Bruschetta piccante alla calabrese

Voglia di bruschette? Ecco in arrivo la bruschetta piccante alla calabrese, uno sfizio rustico che può fare da antipasto o da secondo piatto, a seconda di ciò che preferite e deciderete. Ho preparato queste golose bruschette perché oggi si celebra la giornata nazionale della bruschetta o fett’unta, la cui ambasciatrice è Antonella Vergari del blog Noce Moscata.

Chi di voi ricorda il sapore delle bruschette classiche, quelle con l’olio extravergine d’oliva buono e sfregate di aglio fresco? Lo so bene che le ricordate tutti, il profumo dell’aglio, l’odore dell’olio, lo sporcarsi inevitabilmente mentre la si mangia… ricordi d’infanzia che non dimenticheremo mai! Ho voluto contribuire a questa bellissima giornata con la mia versione delle bruschette. Su consiglio del mio fidanzato ho preparato la bruschetta piccante alla calabrese, un antipasto/secondo piatto sfizioso, ricco e gustoso!

Come sono fatte? Pane fatto in casa rigorosamente con lievito madre, tostato in forno fino a fargli acquisire un colore dorato. Quando è ancora caldo ho spalmato su ogni fetta della ‘nduja, della crema di tonno e degli anelli di cipolla arrostiti in padella. Curiosi di scoprire come ho preparato la mia nuova bontà? Seguitemi!

bruschetta-piccante-alla-calabrese-verticale

Bruschetta piccante alla calabrese

Ingredienti per il pane di grano duro

600 g di farina di semola macinata a pietra;

400 ml di acqua a temperatura ambiente;

120 g di lievito madre;

15 g di sale.

Per il condimento delle bruschette

200 g di ‘nduja;

200 g di tonno sottolio;

2 cipolle rosse di Tropea;

Prezzemolo fresco tritato Q.B.

Olio extravergine d’oliva Q.B.

Preparazione

Iniziate a preparare questa sfiziosissime bruschette partendo dalla preparazione del pane di grano duro. Disponete la farina su una spianatoia di legno e fate la fontana. Al centro aggiungete il lievito madre spezzettato, unite gradatamente parte dell’acqua e cominciate ad impastare il tutto. Aggiungete il sale e continuate ad impastare con le mani per circa 30 minuti. Dopo aver ottenuto un impasto liscio ed omogeneo, ponete l’impasto in una ciotola e lasciatelo lievitare per circa 3 ore al caldo.

Potrete velocizzare questa preparazione preparando l’impasto utilizzando una planetaria. Trascorse le 3 ore di lievitazione, riprendete nuovamente l’impasto e lavoratelo nuovamente per interrompere la lievitazione. Lasciatelo riposare per circa 10 minuti, quindi date la forma al pane, creando una pagnotta o un filoncino a seconda dei vostri gusti.

Sistemate il pane sulla leccarda ricoperta di carta forno e praticate i classici tagli. Lasciatelo riposare per un’altra ora, dopodiché infornatelo in forno preriscaldato a 200° per 40 minuti. Trascorso questo tempo sfornate il pane e lasciatelo raffreddare, quindi affettatelo e disponete le fette nuovamente sulla leccarda del forno. Fatele abbrustolire sotto al grill per circa 10 minuti per lato. Le bruschette sono pronte per essere condite.

Componete la bruschetta piccante alla calabrese spalmando la ‘nduja sulle fette di pane. Nel bicchiere di un frullatore versate il tonno e frullatelo fino a che non otterrete una crema, quindi spalmatela sulle bruschette dove in precedenza avete spalmato la ‘nduja. A questo punto prendete le cipolle rosse di Tropea, affettatele allo spessore di circa un centimetro senza separare gli anelli.

Disponete le fette di cipolla affettata in una padella e ponete la stessa sul fuoco, quindi fatele appassire a fuoco dolce! Vi occorreranno circa 5 minuti per lato. Le fette di cipolla dovranno risultare leggermente ammorbidite, ma non sfatte. Una volta che avrete preparato anche la cipolla, separate gli anelli da ogni fetta e disponetene due o tre su ogni bruschetta.

Completate il tutto con del prezzemolo fresco tritato e un giro d’olio extravergine d’oliva. La bruschetta piccante alla calabrese è pronta per essere servita!

Torna alla HOME PAGE

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

2 Risposte a “Bruschetta piccante alla calabrese”

  1. Ma che delizia! Viene proprio voglia di dargli un bel morso, brava Francy, bellissimo contributo, grazie ^_^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.