Come fare i peperoncini sott’olio

Come fare i peperoncini sott’olio in casa? Ecco tutti i consigli per preparare questa conserva sfiziosa, senza rischio di muffe. I peperoncini sott’olio sono buonissimi proprio come qualsiasi altro tipo di conserva che si rispetti e, una volta preparati, potrete usarli in qualsiasi tipo di preparazione.

I peperoncini sott’olio sono perfetti da usare sulla pasta al ragù o al pomodoro semplice, o ancora su secondi piatti a base di carne o sulla pizza. Curiosi di scoprire come preparare la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

come fare i peperoncini sott'olio
  • Preparazione: 1 Ora
  • Cottura: 2-3 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: Per 2 vasetti da 250 g
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 1 kg Peperoncini rossi di Calabria IGP
  • 100 g Sale
  • 200 ml Aceto bianco
  • q.b. Olio extravergine d'oliva

Preparazione

  1. Lavate i peperoncini sotto l’acqua corrente e asciugateli bene con un canovaccio da cucina ben pulito. Prendete uno scolapasta e ponetevi all’interno un canovaccio. Disponete i peperoncini tagliati a pezzetti di circa un centimetro e stratificateli con il sale.

  2. Chiudete il canovaccio a mo’ di fagotto e bagnatelo con l’aceto bianco. Ponete un piatto in superficie e su di esso ponetevi un peso in modo che venga eliminata tutta l’acqua di vegetazione dei peperoncini. Lasciateli riposare in questo modo per circa 24 ore. Trascorso questo tempo, ponete i peperoncini in padella e scottateli per 2-3 minuti circa senza aggiungere acqua.

  3. Eseguendo quest’operazione eliminerete ogni possibile traccia d’acqua di vegetazione. Ora è arrivato il momento di riempire i vasetti precedentemente sterilizzati. Non appena i vasetti saranno ben asciutti e freddi, riempiteli con i peperoncini avendo cura di pressare bene il tutto in modo da non lasciare aria all’interno.

  4. Riempite ogni vasetto avendo cura di lasciare uno spazio di circa un centimetro dall’orlo. Versate all’interno l’olio extravergine d’oliva in modo da arrivare all’orlo del vasetto. Se dopo un paio d’ore noterete che il livello dell’olio si sarà abbassato, aggiungetene dell’altro in modo da garantire costantemente il giusto livello.

  5. Attraverso questo importante accorgimento, eviterete la formazione di muffe. Lasciate i vasetti aperti e coperti da un canovaccio pulito per circa 3-4 giorni. Se ancora notate abbassamenti del livello dell’olio, rabboccate nuovamente fino a che i peperoncini non saranno ben coperti.

  6. Trascorso questo tempo, se il livello dell’olio rimane costante, chiudete i vasetti e conservateli in luogo buio, fresco e asciutto per circa un mese prima di consumarli. I vasetti chiusi si conservano in dispensa fino a un anno dalla loro preparazione.

  7. Se volete abbassare ulteriormente il rischio di botulino, una volta che i vasetti saranno pronti, fateli bollire per circa 30 minuti, avendo cura di inserire dei canovacci nella pentola e dei pesi in modo da non far muovere i vasetti. Trascorso questo tempo, toglieteli dalla pentola e fateli freddare.

  8. I peperoncini sott’olio sono pronti per essere utilizzati nelle preparazioni che più preferite.

I consigli di Franci

  • I peperoncini sott’olio si conservano in luogo fresco e asciutto fino a un anno dalla loro preparazione.
  • Si sconsiglia la congelazione.
  • Controllate sempre il livello dell’olio e, se serve, rabboccatelo.
  • Non perdetevi la ricetta delle MELANZANE SOTT’OLIO e dei POMODORI SECCHI SOTT’OLIO.

Se vuoi mantenerti sempre aggiornato sulle nuove ricette clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.