Crostata al gianduiotto

La crostata al gianduiotto è un dolce molto semplice da fare e soprattutto tanto buono. Se siete amanti dei sapori decisi è proprio il dolce che fa per voi. La cosa curiosa è che quando ho letto la ricetta mi sono chiesta: “Dove sta il cioccolato gianduia, se si chiama crostata al gianduiotto?”.

Così mi sono messa a fare una piccola ricerca su internet e ho scoperto che in realtà il gianduia ai tempi di Napoleone veniva fatto con il cacao, esattamente come la ricetta descrive. Ma un tempo il cacao era un ingrediente molto costoso così, quando il gianduiotto arrivò in Italia, i pasticceri torinesi ne sostituirono una parte con la nocciola tonda delle langhe.

E fu così che nacque il gianduiotto che noi tutti oggi conosciamo!

Crostata al gianduiotto


Ingredienti per la base

180 g. di zucchero;

350 g. di farina;

180 g. di burro;

2 tuorli;

1 uovo;

1 cucchiaino di lievito per dolci (se la si vuole più morbida).

Per la crema al gianduiotto

500 ml. di latte;

200 g. di zucchero;

70 g. di cacao amaro;

100 g. di burro;

4 cucchiai di farina.

Preparazione

Iniziamo dalla base. Impastare lo zucchero col burro morbido, aggiungere pian piano la farina e il lievito insieme alle uova precedentemente sbattute.

Lavorate la pasta frolla sino ad ottenere un impasto omogeneo. Stendere la pasta frolla e metterla in una teglia imburrata e infarinata, rialzando i bordi per poter contenere la crema.

Iniziamo con la preparazione della crema. Mettere a scaldare il latte in una casseruola fino a portarlo ad ebollizione. In un altro tegame mescolare bene lo zucchero, il cacao e la farina.

Versare piano piano il latte caldo e girarlo accuratamente facendo attenzione che non si formino grumi. Rimetterlo sul fuoco aggiungendo il burro tagliato a pezzettini.

Ora mescolare il tutto aiutandosi con un cucchiaio di legno, sino a quando il gianduiotto non si addensa e diventa una prelibatezza.

Mettere la crema a gianduiotto nella teglia e spalmarla. Infornare in forno già caldo a 180° e cuocere per 30-35 minuti.


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.