Pizza margherita fatta in casa

La pizza margherita fatta in casa è una ricetta facile da preparare e semplicemente buonissima. Composta da pochissimi ingredienti tutti genuini, la pizza margherita è in assoluto quella che amo di più insieme alla gustosissima pizza bianca caprese. Per prepararla mi sono attenuta strettamente all’impasto della pizza napoletana, anche se alla fine ahimè ho dovuto cedere alla cottura in forno elettrico.
Un po’ tutti conosciamo la storia della pizza margherita, ovvero che fu inventata dal cuoco Raffaele Esposito per rendere onore alla Regina Margherita di Savoia e fu così che nacque quest’assoluta bontà farcita con semplici ingredienti quali pomodoro, mozzarella fiordilatte e basilico. La preparo da sempre e ora dovevo per forza condividerla con voi lettori che mi seguite.
Vi preannuncio però che per la farcitura io ho utilizzato una scamorza di mozzarella che è preparata in un caseificio vicino casa mia. Questa scamorza altro non è se non una mozzarella privata del suo latte, quindi asciutta in modo da non bagnare la pizza.
Curiosi di scoprire la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

pizza margherita fatta in casa
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo8 Ore
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • PorzioniPer 5 pizze del diametro di 34 cm
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
1.031,37 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 1.031,37 (Kcal)
  • Carboidrati 137,58 (g) di cui Zuccheri 4,09 (g)
  • Proteine 46,53 (g)
  • Grassi 36,66 (g) di cui saturi 1,40 (g)di cui insaturi 0,27 (g)
  • Fibre 5,72 (g)
  • Sodio 2.117,80 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 400 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

Per l’impasto

  • 900 gfarina 00
  • 500 mlacqua
  • 25 gsale
  • 2 glievito di birra fresco

Per il condimento

  • 500 gscamorza (di mozzarella)
  • 500 mlpassata di pomodoro
  • q.b.sale
  • q.b.origano secco
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.basilico

Strumenti

Ti serviranno anche

  • 1 Ciotola
  • 4 Teglie rotonde di 34 cm di diametro

Preparazione

  1. Versate l’acqua in una ciotola, unite il sale, circa 100 g di farina e infine il lievito. Mescolate bene il tutto con un cucchiaio di legno fino a quando il lievito si sarà completamente sciolto.

  2. Versate la farina gradualmente sempre mescolando con il cucchiaio di legno fino a che l’acqua non si sarà completamente assorbita. Aggiungo una piccola nota dicendovi che la ricetta originale non prevede l’uso di olio extravergine d’oliva, ma se lo volete unire dovrete farlo in questo step calcolando circa 25 ml di olio extravergine d’oliva per le dosi che vi ho indicato.

  3. Quando avrete incorporato tutta la farina disponete l’impasto su una spianatoia di legno e continuate a impastare per circa 15- 20 minuti. Fate molta attenzione con il movimento delle mani e ricordate che non dovrete mai strappare la pasta per non rompere la maglia glutinica che si è venuta a formare.

  4. Il panetto dovrà risultare liscio, soffice ed elastico. Per capire se avete fatto un buon lavoro ricordate che il panetto dovrà risultare umido al tatto senza che però si attacchi alle mani. A questo punto ponete il panetto ottenuto in una ciotola che dovrete coprire con un panno umido.

  5. Lasciate lievitare per circa 2 ore in luogo caldo e al riparo da correnti di aria. Trascorso questo primo tempo di lievitazione, riprendete l’impasto e formate i panetti che, per quanto riguarda le regole della pizza napoletana, vanno da un peso di circa 180 g a un peso massimo di 250 g.

  6. Io li ho fatti di 250 g poiché possiedo teglie di 34 cm di diametro e, infatti, con queste dosi ho ottenuto 5 pizze. A questo punto i panetti devono lievitare per altre 4 ore se il tempo è abbastanza caldo, 6 ore se invece fa più freddo.

  7. Se la lievitazione è avvenuta, correttamente, ve ne accorgerete facilmente, perché il panetto ben lievitato tende a lievitare più in larghezza che in altezza. Trascorso questo nuovo tempo di lievitazione, riprendete i panetti e formate le pizze. Stendete ogni panetto sulla spianatoia di legno coperta con un velo di farina.

  8. In questa fase è fondamentale non utilizzare mattarello che toglierebbe l’aria inglobata al panetto. Ho utilizzato solo le mie mani, sono partita dal centro e l’ho allargata fino a ottenere una forma regolare e rotonda e spingendo l’aria verso il bordo.

  9. Preriscaldate il forno alla massima potenza, quindi stendete il disco di pasta nelle teglie per pizza e conditele con la passata di pomodoro, un pizzico di sale e un filo d’olio extravergine d’oliva. Infornatele per una precottura di circa 4 minuti.

  10. A questo punto estraete la pizza dal forno e conditela con la scamorza di mozzarella a cubetti. Infornatela nuovamente fino a che la scamorza non sia ben sciolta, di norma occorrono circa 3-4 minuti.

  11. Sfornatela e unite qualche foglia di basilico per completare. Quindi servite la pizza margherita fatta in casa in tavola e buon appetito!

I consigli di Franci

·        La pizza margherita fatta in casa si conserva per un giorno al massimo in dispensa.

·        Si sconsiglia la congelazione.

·        Può essere farcita in base ai vostri gusti personali.

·        Non perdetevi la ricetta della PIZZA CON MOZZARELLA E FIORI DI ZUCCA.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK e su INSTAGRAM.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.