Arancini con la ‘nduja

Gli arancini con la nduja sono degli sfizi rustici golosi e facilissimi dai preparare, perfetti per arricchire il tavolo del buffet e degli aperitivi. Premetto che non hanno nulla a che fare  con le famose arancine siciliane, anche perché questi hanno il cuore calabrese, come dico sempre io!

All’interno infatti troverete un cuore di nduja e provola che non vi farà rimpiangere per nulla la classica ricetta. Per chi non sapesse di cosa sto parlando, la nduja è un salume spalmabile tipico della provincia di Vibo Valentia ed è conservata nel budello cieco, che prende anche il nome di orba.

In seguito viene affumicata e consumata su fette di pane caldo tostato, come soffritto per una base di ragù o sulla pizza. Curiosi di scoprire come preparare la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

Leggi anche:

arancini con la nduja
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • PorzioniPer circa 30 arancini
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

1 kg riso (originario)
2 uova
2 tuorli
130 g concentrato di pomodoro
300 g nduja
300 g provola
q.b. Parmigiano Reggiano DOP
q.b. sale
q.b. olio di semi di girasole (per friggere)

Strumenti

Preparazione

Riempite una pentola d’acqua e portatela a bollore, quindi salatela e tuffatevi il riso all’interno. Fatelo cuocere e, non appena sarà cotto, scolatelo e lasciatelo raffreddare bene in una ciotola.

Non appena il riso sarà ben freddo, unite le uova, i tuorli, il concentrato di pomodoro, il parmigiano e il sale. Impastate bene il tutto fino a ottenere un composto omogeneo.

A questo punto tagliate la nduja in piccoli pezzi e la provola a cubetti, quindi passate a formare gli arancini. Con le mani leggermente bagnate prendete una porzione di riso e schiacciatelo sul palmo.

Inserite all’interno un pezzetto di nduja e dei cubetti di provola, quindi richiudete il tutto e rotolate la palla di riso sul palmo della mano.

Proseguite in questo modo fino a esaurimento degli ingredienti, quindi riempite un pentolino con l’olio di semi e portatelo a temperatura.

Passate mano a mano gli arancini nel pangrattato e, non appena l’olio avrà raggiunto la temperatura corretta, tuffatevi dentro due arancini per volta e friggeteli fino a doratura.

Toglieteli dall’olio e riponeteli su carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso.

Servite gli arancini con la nduja in tavola e buon appetito.

I consigli di Franci

Gli arancini con la nduja si conservano fino a 3-4 giorni in dispensa.

Possono essere congelati da crudi e possono essere fritti direttamente, senza scongelarli prima.

Potrete prepararli anche qualche giorno prima e mantenerli in frigorifero fino al momento di friggerli.

Se non volete friggerli, cuoceteli in forno statico preriscaldato a 200°C per 20 minuti.

Non perdetevi la ricetta dei PIPI E PATATI.

Acquista il mio libro su AMAZON!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK e su INSTAGRAM.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.