Maritozzi

Ricetta dei maritozzi – sofficissimi panini farciti con della golosissima panna montata, dolci tipici della cucina romana. Proprio a Roma è tradizione far colazione con questi dolci in ogni bar che si rispetti. Ma come fare i maritozzi con tutte le versioni di ricette in circolo? Io ho preparato quella tradizionale senza aggiunta di uva passa e li ho preparati sia col lievito di birra, sia con il lievito madre.

Era la prima volta che mi cimentavo in questa ricetta per maritozzi e adesso credo proprio che non l’abbandonerò più! Una volta appreso come si fanno i maritozzi, ne impasterò talmente tanti in modo da avere sempre la scorta in freezer e infornarli all’occorrenza. Ma voi la storia del maritozzo la conoscete? Sembra che ai tempi degli antichi romani esistessero delle pagnottelle che erano addolcite con l’aggiunta di miele.

Si narra che il maritozzo fosse molto più grande di come lo conosciamo noi oggi, una vera e propria pagnotta impastata con farina, uova, burro e sale. Tale impasto era preparato dalle donne per dar nutrimento ai loro uomini che lavoravano i campi. Col passare del tempo, però, queste pagnottelle furono denominate un po’ come “dolce d’emergenza” per cui era mangiato solamente nel periodo della Quaresima e preparato in modo diverso.

Sembra, infatti, che in questo caso la pezzatura fosse più piccola, il colore più scuro e l’impasto arricchito da uvetta, pinoli e canditi. Era definito “Er santo maritozzo” o “Quaresimale”. Andando avanti negli anni si arrivò a un’altra tradizione legata alla ricetta dei maritozzi romani. Sembra, infatti, che i maritozzi romani fossero dei doni di buon augurio che il fidanzato regalava alla promessa sposa il primo venerdì di marzo. Questo giorno oggi corrisponde al nostro San Valentino e sembra che l’origine del nome derivasse proprio dalla definizione scherzosa della parola “marito”.

Il maritozzo alla panna è l’emblema della romanità! La sua farcitura più conosciuta è proprio a base di panna montata, ma volendo si possono farcire anche con altre creme. Ora che vi ho dato questi piccoli accenni storici, siete curiosi di scoprire come preparare la ricetta dei maritozzi con la panna? Seguitemi!

Leggi anche:

maritozzi
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • PorzioniPer 25 maritozzi
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

Per l’impasto

1 kg farina 0 (w 260)
460 ml acqua
20 g lievito di birra fresco
120 g zucchero
100 g uova (circa 2 medie)
100 g burro (morbido)
12 g sale
1 scorza di limone (grattugiata)

Per la farcitura

500 ml panna fresca da montare
50 g zucchero a velo
1 bacca vaniglia

Strumenti

Preparazione

Fate sciogliere il lievito di birra in una ciotola con all’interno l’acqua tiepida e lo zucchero. Mescolate bene il tutto con una forchetta in modo da far sciogliere il lievito, quindi versate il composto in un’altra ciotola capiente dove avrete versato la farina e il sale.

Iniziate a mescolare nuovamente il tutto, quindi unite le uova e la scorza grattugiata del limone. Quando l’impasto avrà preso corpo, unite il burro morbido e incorporatelo bene, quindi lavorate l’impasto ottenuto su una spianatoia di legno con poca farina per circa 10 minuti. Dovrete ottenere un panetto liscio e omogeneo.

Riponete la palla d’impasto ottenuta in una ciotola, coprite quest’ultima con pellicola trasparente per alimenti e riponetela in forno spento o in altro luogo caldo a lievitare per 2 ore circa.

Trascorso questo primo tempo di lievitazione, riprendete l’impasto e versatelo sulla spianatoia leggermente infarinata, quindi procedete alla pezzatura dei maritozzi.

Con un tarocco staccate dei pezzi d’impasto del perso di circa 50-60 grammi ciascuno. Lavorate questi pezzi d’impasto fra le mani leggermente infarinate in modo da dar loro una forma leggermente allungata.

Disponete i maritozzi su una leccarda ricoperta di carta forno, quindi riponeteli nuovamente in forno spento o in luogo caldo a lievitare per circa 1 ora. Trascorso questo secondo tempo di lievitazione, preriscaldate il forno a 200°C e cuocete i panini ottenuti per 15 minuti.

Trascorso il tempo di cottura, sfornateli e lasciateli raffreddare. Nel frattempo dedicatevi alla preparazione della farcitura. Versate la panna ben fredda in una ciotola e unite i semi di una bacca di vaniglia e lo zucchero a velo. Montate il tutto con le fruste elettriche fino a ottenere una crema soffice.

A questo punto tagliate i maritozzi al centro per il lungo e apriteli leggermente, ma senza romperli. Versate la panna in un sac a poche e farcite tutti i panini a disposizione. A piacere potrete spolverarli con dello zucchero a velo. Servite i maritozzi in tavola!

I consigli di Franci

maritozzi, se farciti, si conservano in frigorifero per un paio di giorni al massimo.

Se avanzano senza che li abbiate farciti, riponeteli in un sacchetto di carta ben chiuso. Si manterranno fino a una settimana.

Come da tradizione, io ho scelto la panna montata come farcitura ma andranno benissimo anche diversi tipi di creme.

Avendo una prima lievitazione di 12 ore, io ho preferito impastare di sera per poi continuare con la preparazione di mattina.

Non perdetevi la ricetta delle TRECCINE SFOGLIATE ALLA NUTELLA.

Acquista il mio libro su AMAZON!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK e su INSTAGRAM.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.