Pandoro sfogliato delle sorelle Simili

Il pandoro sfogliato delle sorelle Simili è uno dei dolci natalizi più buoni da preparare per le feste in arrivo. Lo so che ancora manca del tempo a Natale e che, probabilmente, vi ho fatto venire l’ansia, ma se dobbiamo preparare questo tipo di dolci è sempre meglio fare delle prove prima, in modo da correggere il tiro in caso di errori.

Il risultato? Semplicemente fantastico! Credetemi se vi dico che questo pandoro è davvero a prova di imbranato. Con le giuste mosse e con ingredienti di qualità, otterrete un pandoro fatto in casa davvero golosissimo. Curiosi di scoprire come preparare la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

Leggi anche:

pandoro sfogliato delle sorelle Simili
  • DifficoltàDifficile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo20 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora 5 Minuti
  • PorzioniPer un p0andoro da 1 kg
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàInverno

Ingredienti

450 g farina Manitoba
150 g zucchero
3 uova
1 tuorlo
170 g burro
60 ml latte (+ 3 cucchiai)
1 bacca vaniglia
18 g lievito di birra fresco
1 cucchiaino sale

Strumenti

Preparazione

Preparate il lievitino, quindi fate sciogliere il lievito di birra in 60 ml di latte tiepido e unite un cucchiaio di zucchero preso dal totale della ricetta. Mescolate bene, quindi unite anche il tuorlo e 50 grammi della farina prevista.

Mescolate bene tutti gli ingredienti in modo da eliminare eventuali grumi, quindi coprite la ciotola con un foglio di pellicola trasparente per alimenti e riponetela al caldo a lievitare per 1 ora.

Trascorso questo primo tempo di lievitazione, riprendete la ciotola e unite 3 cucchiai di latte insieme a 100 grammi di zucchero e all’uovo. Impastate bene il tutto e unite 200 grammi di farina, quindi impastate bene il tutto montando il gancio alla planetaria.

In ultimo unite 30 grammi di burro morbido e fatelo ben incorporare fino a ottenere un impasto liscio e lucido. Coprite nuovamente la ciotola con della pellicola per alimenti e lasciate lievitare l’impasto in luogo caldo fino a che non avrà raddoppiato il suo volume. Potranno volerci dalle 2 alle 3 ore circa.

Trascorso questo secondo tempo di lievitazione, versate i rimanenti 200 grammi di farina su una spianatoia e versatevi l’impasto lievitato al centro. Unite le due uova rimanenti, 25 grammi di zucchero, il sale e i semi della bacca di vaniglia. Impastate bene il tutto fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.

Realizzate le prime pieghe all’impasto, quindi schiacciatelo bene su un piano leggermente infarinato e ripiegatelo su sé stesso fino a ottenere di nuovo una palla. Pirlatelo bene e ponetelo in una ciotola unta di burro. Lasciatelo lievitare fino al suo raddoppio in luogo caldo. Vi occorreranno sempre dalle 2 alle 3 ore circa.

A questo punto riprendete la ciotola e riponetela in frigorifero a lievitare per circa 12 ore. Trascorso anche il tempo di riposo in frigorifero, rovesciate l’impasto su una spianatoia e tiratela con il mattarello formando un quadrato. Ponete al centro i 140 grammi di burro morbido rimanenti e richiudete la pasta portando i quattro angoli al centro, facendo attenzione a sigillarla bene.

Eseguite benissimo quest’operazione, poiché il burro non dovrà fuoriuscire dall’impasto. Spianate delicatamente il quadrato ottenuto con il mattarello e formate un rettangolo. Piegate l’impasto in 3 e avvolgetelo in un foglio di pellicola per alimenti. Riponete l’impasto in frigorifero a riposare per 20 minuti.

Trascorso questo tempo, riprendete la sfoglia e spianatela nuovamente con il mattarello. Ripiegatela allo stesso modo del primo giro, avvolgetela in pellicola e riponete nuovamente in frigorifero a riposare per altri 20 minuti.

Riprendete l’impasto dal frigorifero ed eseguite la stessa operazione. Riponetelo in frigorifero un ultima volta e, trascorso quest’ultimo riposo, stendete nuovamente l’impasto e ripiegate i bordi verso il centro in modo da ottenere una palla.

Pirlate bene l’impasto con le mani unte e formate una palla regolare. Imburrate uno stampo per pandoro da 1 kg alto circa 20 centimetri e riponetevi la palla all’interno. Lasciate lievitare il tutto fino a quando l’impasto non avrà raggiunto il bordo dello stampo.

Quando il pandoro sarà ben lievitato, preriscaldate il forno statico a 170°C e nella parte inferiore ponete una ciotolina piena d’acqua. Infornate il pandoro a 170°C per i primi 15 minuti. Trascorso questo tempo, abbassate la temperatura a 160°C e lasciatelo cuocere per altri 50 minuti.

Trascorso il tempo di cottura, aprite il forno e fate la prova stecchino per capire se il pandoro è cotto. Se lo stecchino è asciutto, sfornatelo e lasciatelo raffreddare bene. Quando sarà ben freddo, sformatelo e cospargetelo di zucchero a velo.

Il pandoro sfogliato delle sorelle Simili è pronto per essere servito in tavola.

I consigli di Franci

Il pandoro sfogliato delle sorelle Simili si conserva fino a una settimana ben chiuso in un sacchetto per alimenti.

Si sconsiglia la congelazione.

Può essere preparato anche con il lievito madre. 18 grammi di lievito di birra corrispondono a 180 grammi di lievito madre.

Se vi piace il sentore agrumato, potrete aggiungere una scorza di limone e una scorza di arancia grattugiata ai semi della bacca di vaniglia.

Non perdetevi la ricetta del PANDORO CON LIEVITO MADRE.

Acquista il mio libro su AMAZON!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK e su INSTAGRAM.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *