Pasta sfoglia fatta in casa

La pasta sfoglia fatta in casa richiede parecchio tempo e dedizione. Si usa in tantissime preparazioni, sia dolci, sia salate ed è per questo motivo che è considerata una delle ricette di base per eccellenza.

È conosciuta anche come pâte feuilletée, poiché la sua consistenza è leggera come un soffio. La pasta sfoglia, proprio come la pasta choux, è un impasto molto versatile e dal gusto neutro. Come vi ho già anticipato, dovrete avere a disposizione una buona dose di pazienza ed esperienza per prepararla.

Gli ingredienti vanno lavorati delicatamente in modo che l’aria possa inglobarsi nei vari strati che poi si solleveranno in cottura. Curiosi di scoprire come preparare la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

Leggi anche:

pasta sfoglia fatta in casa
  • DifficoltàDifficile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • PorzioniPer circa 1 kg di pasta sfoglia
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno e Primavera

Ingredienti

Per il panetto di burro

350 g burro
150 g farina 00

Per il pastello

350 g farina 00
10 g sale
50 ml acqua

Strumenti

Preparazione

Preparate il panetto di burro, quindi amalgamate il burro freddo di frigo con la farina versata su una spianatoia. Impastate bene e non troppo a lungo, fino a che non avrete ottenuto un impasto compatto.

Dopo aver ottenuto un panetto della giusta consistenza, modellatelo fino a ottenere la forma di un rettangolo, quindi avvolgetelo nella pellicola trasparente per alimenti e lasciatelo riposare in frigorifero per 1 ora e 30 minuti.

Nel frattempo preparate il pastello, quindi versate la farina su una spianatoia, fate la fontana al centro e unite l’acqua fredda con il sale disciolto all’interno. Lavorate il tutto fino a ottenere un impasto omogeneo e avvolgetelo in pellicola per alimenti. Ponetelo in frigo a riposare per 30 minuti.

Trascorso il tempo di riposo del pastello e del panetto di burro, riprendete quest’ultimo e stendetelo in una sfoglia rettangolare di circa 1 centimetro di spessore. Aiutatevi con due fogli di carta forno in modo che non si attacchi. Stendete anche il pastello in forma rettangolare e adagiatevi il panetto di burro steso al centro. (Foto 1)

pasta sfoglia fatta in casa

Ripiegate i lembi laterali in modo da coprire il panetto senza sovrapporre la pasta. (Foto 2) È arrivato il momento di eseguire la prima piega a 3. Partendo dalla foto numero 2 portate verso il centro la parte superiore e, su di essa, sovrapponetevi la parte inferiore. (Foto 3)

Stendete delicatamente la pasta con gli strati sovrapposti, avendo cura di spargere un po’ di farina sulla spianatoia in modo che non si attacchi. Stendetela fino a formare un rettangolo ed eseguite la prima piega a 4, ribaltando la parte inferiore e la parte superiore verso il centro senza sovrapporre le estremità e richiudendo il tutto a libro. (Foto 4)

Avvolgete l’impasto in pellicola per alimenti e fatelo riposare in frigorifero per 45 minuti. Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto e stendetelo a forma di rettangolo. Stendete la pasta sfoglia sempre nello stesso verso.

Dopo averla stesa, eseguite una piega a 3 e una piega a 4 come fatto in precedenza. Avvolgete la pasta in pellicola per alimenti e lasciatela riposare in frigorifero per 30 minuti.

Trascorso questo tempo, riprendete nuovamente la pasta, stendetela ed eseguite una piega a 3 e a 4. Avvolgetela in pellicola e ponetela in frigorifero a riposare per altri 30 minuti. Una volta che avrete eseguito tutti i giri necessari, fatela riposare per un’altra ora in frigorifero, dopodiché la pasta sfoglia fatta in casa sarà pronta per essere cotta. Vedete gli strati sottilissimi? (Foto 5)

I consigli di Franci

La pasta sfoglia fatta in casa si conserva in frigorifero per 4-5 giorni al massimo.

Può essere congelata in rotoli e scongelata lentamente in frigorifero all’occorrenza.

Se la cuocete, la sua fragranza si mantiene per 2 giorni al massimo.

La temperatura del burro per la lavorazione dell’impasto è fondamentale. Dev’essere freddo, ma malleabile allo stesso tempo.

L’ordine delle pieghe va rispettato alla lettera, altrimenti lo sviluppo della sfoglia non sarà uniforme.

Al posto del burro è possibile utilizzare margarina. L’olio tende a non essere usato, poiché il risultato non sarebbe lo stesso.

I tempi di riposo fra una piega e l’altra sono fondamentali e non è possibile ridurli.

I tempi di cottura dipendono dalle ricette in cui si sceglie di impiegarla.

Non perdetevi la ricetta dei CANNOLI DI SFOGLIA.

Acquista il mio libro su AMAZON!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK e su INSTAGRAM.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.