Treccine sfogliate alla nutella

Le treccine sfogliate alla nutella sono dei dolci golosissimi da preparare e gustare sia per colazione, sia per merenda. So perfettamente che molti di voi penseranno che non se ne possa più della nutella come farcitura, ma vi precedo dicendovi che non è l’unica soluzione per farcire questi dolci e che potrete usare la farcitura che più vi piace, per esempio crema pasticceracrema diplomatica ecc.

Ho preparato l’impasto con una golosissima pasta sfoglia e il mio mitico lievito madre. Per preparare queste golose treccine di sfoglia alla nutella, mi sono ispirata allo stesso impasto sfogliato che ho usato per preparare i mini croissant sfogliati. Curiosi di scoprire la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

Leggi anche:

treccine sfogliate alla nutella
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Minuto
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • PorzioniPer 20 treccine
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno e Primavera

Ingredienti

Per l’impasto

500 g farina Manitoba (o farina forte W 280 – 13 g di proteine)
150 g lievito madre (rinfrescato 2 volte)
1 tuorlo
90 g zucchero
15 g burro (fuso)
9 g sale
240 ml acqua
1 bacca vaniglia

Per la sfogliatura

250 g burro

Per la farcitura

q.b. Nutella®

Per la finitura

1 uovo
2 cucchiai latte
q.b. zucchero

Strumenti

Preparazione

Preparate l’impasto partendo dalla preparazione dello sciroppo con 220 ml di acqua e tutto lo zucchero. Quando è ancora ben caldo, unite il burro e fatelo sciogliere, quindi unite i semi della bacca di vaniglia e lasciate anche il baccello in infusione fino a che lo sciroppo si sarà freddato. Spezzettate il lievito madre rinfrescato per ben 2 volte nella ciotola della planetaria e fatelo sciogliere con lo sciroppo. Unite la farina e azionate l’impastatrice a bassa velocità. Durante la lavorazione, unite il tuorlo e, non appena quest’ultimo sarà ben assorbito, unite il sale sciolto nei 20 ml di acqua rimanenti.

Sempre lasciando lavorare l’impastatrice, unite il burro aromatizzato ben freddo dopo aver eliminato la bacca di vaniglia. Fate incordare l’impasto e, non appena sarà ben omogeneo e liscio, spegnete la macchina e avvolgete la palla ottenuta in pellicola trasparente per alimenti cercando di darle una forma quadrata. Lasciate riposare l’impasto nel piano più freddo del frigorifero per almeno 4 ore.

Mentre la pasta riposa, preparate il burro per la sfogliatura. Prendete il panetto intero e chiudetelo tra due fogli di carta forno. Picchiettate la superficie con il mattarello in modo da appiattirlo e cercate di ottenere un quadrato di 20 cm per lato con uno spessore omogeneo. Una volta che sarete riusciti a eseguire quest’operazione, chiudete la sfoglia di burro nella pellicola per alimenti e riponetela in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

Trascorse le 4 ore previste per il riposo dell’impasto, potrete procedere alla sfogliatura. Prendete il quadrato d’impasto e ponetelo sulla spianatoia infarinata, stendetelo col mattarello fino a ottenere un quadrato di 30 cm per lato. Appoggiate sopra la sfoglia di burro a mo’ di rombo rispetto all’impasto, quindi portate i 4 angoli dell’impasto verso il centro in modo da richiudere tutto a mo’ di pacchetto.

Sigillate bene i bordi sovrapponendoli uno sull’altro e appiattite leggermente il tutto con il mattarello. A questo punto dovrete procedere con la sfogliatura e, da questo momento in poi, dovrete prestare la massima attenzione in quando non potrete eseguire tale operazione di fretta o rischierete di rompere l’impasto e far fuoriuscire il grasso. Iniziate ad appiattire l’impasto molto delicatamente e, quando il livello del burro si sarà abbassato, fate scorrere il mattarello sempre in verticale.

Da questa prima lavorazione dovrete ottenere una sfoglia laminata a circa 1 cm di spessore ed è fondamentale lavorare l’impasto quando è ancora freddo. Una volta che avrete steso l’impasto fino a ottenere un rettangolo lungo 60 cm, dovrete eseguire la prima piega a 3. Portate il lato superiore del rettangolo a 2/3 della lunghezza e sovrapponete la parte inferiore in modo da ottenere 3 strati. Assicuratevi che le parti laterali siano ben chiuse, quindi avvolgete l’impasto nella pellicola e ponetelo in frigorifero a riposare per 1 ora.

In questo tipo d’impasti la fase di riposo fra un giro e l’altro è molto importante. Ciò servirà a far stabilizzare il burro fra un giro e l’altro e a far rilassare il glutine, rendendo così l’impasto più lavorabile. Trascorso il tempo di riposo della prima piega, riprendete l’impasto e stendete nuovamente la pasta a forma di rettangolo, stavolta lungo 50 cm. Procedete nuovamente con una piega a 3 e riponete l’impasto in frigo avvolto in pellicola per un’altra ora.

Dopo il secondo tempo di riposo riguardante la seconda piega, riprendete l’impasto ed eseguite una terza piega a 3 su un rettangolo lungo 50 cm, quindi riponete tutto in frigorifero e fare riposare per almeno un’altra ora prima di stenderlo nuovamente e formare le vostre treccine. A questo punto potrete scegliere di procedere in due modi differenti: formare le treccine, farle lievitare e cuocerle, oppure formare, lasciarne lievitare una parte per l’imminente cottura e congelare il resto.

Procedete quindi a formare le treccine. Infarinate abbondantemente il piano di lavoro e iniziate a stendere l’impasto. Dovrete ottenere un rettangolo lungo circa 50 cm x 40 cm di altezza. Dividete tale rettangolo in 2 più piccoli delle misure di 50 cm di lunghezza e 20 cm di altezza. Da ogni rettangolo dovrete ottenere 10 rettangoli più piccoli con la base di 12 cm e un’altezza di 20 cm. Allungateli delicatamente per ottenere quest’altezza, quindi dividete ogni rettangolo in 3 strisce con rispettiva base di 4 cm e spalmatevi la nutella su ogni striscia.

Richiudete ogni striscia delicatamente su se stessa e formate la prima treccina. Unite le tre strisce su un lato e intrecciate delicatamente la pasta fino ad arrivare all’altra estremità che dovrete richiudere molto bene in modo da non farla sciogliere. Proseguite in questo modo fino al termine dei rettangoli e disponete le treccine su una leccarda ricoperta di carta da forno.

Lasciate lievitare le treccine per 16-17 ore in luogo caldo. Trascorso il tempo di lievitazione, fate stabilizzare le treccine in frigorifero per almeno 10 minuti e nel frattempo in una ciotola sbattete l’uovo con il latte. Spennellate la superficie delle treccine e cuocetele in forno preriscaldato a 210°C per 15-20 minuti. Sfornate le treccine sfogliate alla nutella, lasciatele intiepidire e spolveratele con dello zucchero a velo. Servitele a colazione e/o merenda.

I consigli di Franci

Le treccine sfogliate alla nutella si conservano fino a un massimo di 5 giorni ben chiuse in un sacchetto di carta.

Se scegliete di congelare le treccine sfogliate alla nutella da crude, disponetele prima in vassoio che porrete in freezer e dopo qualche ora riponetele in un sacchetto.

Si sconsiglia la congelazione delle treccine cotte.

Per la farcitura potrete usare diversi tipi di creme.

Non perdetevi la ricetta dei CANNOLI DI SFOGLIA.

Acquista il mio libro su AMAZON!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK e su INSTAGRAM.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.