Spiedini di polpo e patate gratinati al forno

Gli spiedini di polpo e patate gratinati al forno costituiscono un secondo piatto facile, leggero e gustoso da preparare. Per prepararli sono partita dalla già buonissima insalata di polpo e patate che preparo sempre e che adoro e, una volta ridotti a tocchi gli ingredienti, ho deciso di infilzarli su degli stecchi di legno.
Credetemi quando vi dico che sono deliziosi e che la gratinatura in forno li rende ancora più speciali grazie alla croccantezza. Curiosi di scoprire come preparare la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

spiedini di polpo e patate gratinati al forno
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • PorzioniPer 8-10 spiedini
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per gli spiedini

  • 1 kgPolpo
  • 500 gPatate
  • 3 foglieAlloro
  • 20 gPepe nero in grani
  • q.b.Sale grosso

Per la gratinatura

  • 50 gMollica di pane
  • 1Scorza di limone (grattugiata)
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe nero
  • q.b.Rosmarino

Strumenti

Ti serviranno anche

  • 1 Casseruola acciaio con fondo spesso
  • 1 Schiumarola in acciaio
  • 1 Tagliere in legno
  • 1 Coltello a lama liscia
  • 10 Stecchini in legno per spiedini
  • 1 Leccarda da forno – misura standard
  • Carta forno

Preparazione

  1. Per prima cosa lavate il polpo sotto l’acqua corrente e riempite una casseruola capiente con dell’acqua. Unite le foglie d’alloro, il pepe in grani e il sale grosso all’acqua e portate il tutto a bollore.

  2. Non appena l’acqua bollirà, immergete il polpo nell’acqua bollente e risolleva telo. Eseguite quest’operazione per 2-3 volte fino a che i tentacoli non saranno ben arricciati. Alle terza volta tuffate il polpo nell’acqua e lasciatelo cuocere per circa 1 ora.

  3. Trascorso il tempo di cottura, spegnete il fuoco e lasciate intiepidire il polpo nella sua stessa acqua. A questo punto preparate le patate che dovranno bollire in una casseruola a parte. Una volta cotte, scolatele e lasciatele raffreddare.

  4. Ora scolate il polpo dall’acqua e poggiatelo su un tagliere. Tagliatelo a tocchi né troppo grossi, né troppo piccoli. Fate la stessa cosa con le patate lesse. Dopo averle sbucciate tagliatele a tocchi della stessa dimensione del polpo.

  5. Mettete tutto da parte e preparate il mix per la gratinatura. Tritate la mollica di pane nel mixer e frullatela fino a ottenere delle briciole. Versate il tutto in una ciotola e unite il rosmarino tritato, il sale, il pepe nero e la scorza di limone grattugiata. Mescolate bene il tutto e mettete il mix da parte.

  6. A questo punto prendete gli stecchi di legno e infilzate i pezzi di polpo e patate alternandoli fra loro. Man mano che li preparate, riponeteli su una leccarda ricoperta con della carta forno. Quando avrete terminato di preparare gli spiedini, irrorateli con un filo d’olio extravergine d’oliva e condite il tutto con sale e pepe.

  7. Cospargete la superficie degli spiedini con il mix preparato in precedenza e unite un altro filo d’olio extravergine d’oliva. Cuocete gli spiedini in forno statico preriscaldato a 200°C per 20 minuti. Gli spiedini saranno pronti quando in superficie si sarà formata una crosticina golosa.

  8. Trascorso il tempo di cottura necessario, spegnete il forno, sfornate il tutto e lasciate intiepidire. Servite gli spiedini di polpo e patate gratinati al forno in tavola e buon appetito.

I consigli di Franci


·         Gli spiedini di polpo e patate gratinati al forno si servono immediatamente.
·         Si sconsiglia la congelazione.
·         Se li preparate in anticipo, potrete conservarli in frigorifero per 1 giorno e cuocerli al momento.
·         La panatura può essere aromatizzata a piacere.
·         Non perdetevi la ricetta del POLPO ALLA GALLEGA e i consigli su COME OTTENERE UN POLPO MORBIDO.

Se vuoi mantenerti sempre aggiornato sulle nuove ricette clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.