Torta spongata emiliana

La torta spongata emiliana è un dolce antichissimo a base di pane abbrustolito, amaretti, noci, miele, zucchero, pinoli, vino bianco e spezie. È un dolce che si mantiene fresco per diversi giorni, se ben conservato.
Anticamente la torta spongata era preparata a partire dalla festa di Ognissanti. La caratteristica di questo dolce è quella di avere una sfoglia sottile e un ripieno importante, dal gusto pieno che fa da protagonista ed è esaltato proprio dalla leggerezza della sfoglia.
Curiosi di scoprire la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

torta spongata emiliana
  • DifficoltàBassa
  • CostoCostoso
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • PorzioniPer 6-8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la sfoglia

  • 600 gfarina 00
  • 150 gzucchero
  • 100 gburro
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • q.b.latte
  • q.b.vino bianco

Per il ripieno

  • 75 gpane (abbrustolito)
  • 75 gamaretti
  • 150 gnoci
  • 250 gmiele
  • 150 gzucchero
  • 50 gpinoli
  • 50 guvetta
  • 1 bicchierevino bianco
  • 1scorza d’arancia (grattugiata)
  • q.b.chiodi di garofano macinati
  • q.b.noce moscata
  • q.b.cannella in polvere

Strumenti

Ti serviranno anche

  • 1 Spianatoia in legno
  • 1 Mattarello in legno
  • 1 Ciotola
  • 1 Cucchiaio di legno
  • 1 Stampo di 30 cm

Preparazione

  1. Preparate la sfoglia, quindi versate la farina su una spianatoia e fate la fontana al centro. Inserite il burro a pezzi e lo zucchero e iniziate a lavorare gli ingredienti con la punta delle dita. Per dare più elasticità alla pasta, unite l’olio e, successivamente, il latte e il vino bianco poco alla volta, quanto basta per ottenere un panetto liscio e omogeneo.

  2. Formate una palla con l’impasto ottenuto, riponetelo in una ciotola e lasciatelo riposare per circa 1 ora. Nel frattempo preparate il ripieno della spongata. Fate sciogliere il miele a fuoco lento e poi versatelo in una ciotola abbastanza ampia.

  3. Unite lo zucchero e il vino sempre mescolando, quindi tritate grossolanamente le noci e i pinoli e unitele al composto. Unite anche l’uvetta e mescolate bene tutti gli ingredienti insieme. A questo punto unite il pane abbrustolito e gli amaretti ridotti in briciole.

  4. Mescolate nuovamente il composto e, in ultimo, unite le spezie. Inserite, quindi, i chiodi di garofano, la noce moscata, la cannella e la scorza d’arancia grattugiata. Mescolate ulteriormente il ripieno fino a ottenere una consistenza omogenea, quindi mettetelo da parte.

  5. Riprendete l’impasto che avevate messo a riposare, dividetelo a metà e da ognuna di esse ricavate due dischi sottili. Imburrate e infarinate una teglia da forno del diametro di 30 centimetri e foderatela con il primo disco di sfoglia, facendo attenzione a far fuoriuscire i bordi dallo stampo.

  6. Versate il ripieno al centro e livellate molto bene il tutto, quindi coprire con il secondo disco di sfoglia e saldate bene gli orli, e arrotolate la pasta su se stessa in modo da formare una cornice, eliminando eventualmente la pasta in eccesso.

  7. Infornate il dolce in forno statico preriscaldato a 180°C per 30 minuti. Trascorso questo tempo, sfornatelo e lasciatelo raffreddare bene. Sformate delicatamente il dolce e ponetelo su un piatto a portata, quindi spolveratene la superficie con dello zucchero a velo. Servite la torta spongata emiliana in tavola.

I consigli di Franci

·         La torta spongata emiliana si conserva in dispensa fino a 15 giorni.

·         Si sconsiglia la congelazione.

·         Può essere preparata con tutta la frutta secca che più preferite.

·         Non perdetevi la ricetta della PITTA NCHIUSA CALABRESE.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK e su INSTAGRAM.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.