Pizza alla caprese

La pizza alla caprese è una preparazione sfiziosa e super facile da preparare. Alla base c’è il classico impasto della pizza napoletana con solo due grammi di lievito di birra fresco.

Amo provare diversi tipi d’impasto per pizza, e stavolta è toccato a questo alla napoletana. Per preparare questa pizza caprese mi sono affidata alla pietra refrattaria del mio forno e il risultato potete vederlo voi stessi.

Vi assicuro è una vera delizia. Curiosi di scoprire la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo6 Ore
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • PorzioniPer 4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

Per l’impasto

900 g farina 00
500 ml acqua
25 g sale
2 g lievito di birra fresco

Per il condimento

500 g mozzarella
4 pomodori
q.b. basilico
q.b. origano
q.b. olio extravergine d’oliva

Strumenti

Preparazione

Versate l’acqua in una ciotola. Unite il sale, circa 100 g. di farina e infine il lievito. Mescolate bene il tutto con un cucchiaio di legno fino a quando il lievito si sarà completamente sciolto.

Unite la farina gradualmente sempre mescolando con il cucchiaio di legno fino a che l’acqua non si sarà completamente assorbita. Aggiungo una piccola nota dicendovi che la ricetta originale non prevede l’uso di olio extravergine d’oliva, ma se lo volete unire dovrete farlo in questo step calcolando circa 25 ml. di olio extravergine d’oliva per le dosi che vi ho indicato.

Quando avrete incorporato tutta la farina, disponete l’impasto su una spianatoia di legno e continuate a impastare per circa 15- 20 minuti. Fate molta attenzione con il movimento delle mani e ricordate che non dovrete mai strappare la pasta per non rompere la maglia glutinica che si è venuta a formare.

Il panetto dovrà risultare liscio, soffice ed elastico. Per capire se avete fatto un buon lavoro ricordate che il panetto dovrà risultare umido al tatto senza che però si attacchi alle mani.

A questo punto ponete il panetto ottenuto in una ciotola che andrà coperta con un panno umido. Siamo pronti per la prima lievitazione di circa 2 ore che dovrà avvenire al riparo da correnti di aria.

Trascorso questo primo tempo di lievitazione, l’impasto sarà raddoppiato di volume e quindi potrete riprenderlo e formare i panetti. Per quanto riguarda le regole della pizza napoletana, questi ultimi vanno da un peso di circa 180 g. a un peso massimo di 250-300 g.

Io li ho fatti di 250 g. e con queste dosi ho ottenuto 5 pizze. A questo punto i panetti devono lievitare per altre 4 ore se il tempo è abbastanza caldo, 6 ore se invece fa più freddo.

Trascorso questo nuovo tempo di lievitazione, formate le pizze. Ogni panetto è stato steso sulla spianatoia di legno coperta con un velo di farina.

In questa fase è fondamentale non utilizzare mattarello che toglierebbe l’aria inglobata al panetto. Utilizzate solo le mani, partite dal centro e allargate il disco fino ad ottenere una forma rotonda e regolare spingendo l’aria verso il bordo.

Scaldate il forno con la pietra refrattaria alla massima potenza e cuocete la base per circa 4-5 minuti. Se non avete la pietra, scaldatelo ugualmente alla massima potenza ma stendete la pizza in teglia.

Quando tutte le basi sono pronte, condite con fette di mozzarella e pomodori, un pizzico di sale, basilico, origano e un giro di olio extravergine d’oliva.

La pizza alla caprese è pronta per essere servita e gustata in tutta la sua bontà.

I consigli di Franci

La pizza alla caprese si serve immediatamente in tavola.

Si sconsiglia la congelazione.

La base bianca può essere condita anche con altri ingredienti.

Non perderti la ricetta della PIZZA CON MOZZARELLA E FIORI DI ZUCCA.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK e su INSTAGRAM.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.