Marmellata di prugne fatta in casa

La marmellata di prugne fatta in casa è una conserva facile e gustosa da preparare e consumare nel periodo estivo. È una vera delizia, ma rispetto alla confettura di albicocche senza zucchero, ho scelto di preparare la confettura alle prugne col metodo tradizionale.

Vi dirò, se le prugne sono molto dolci vi consiglierei di prepararla senza zucchero, ma dovreste conoscere alla perfezione il sapore di ogni prugna e assicurarvi che non ve ne siano di acerbe!

La marmellata di prugne homemade è perfetta da consumare con il pane per colazione e anche per preparare una deliziosa crostata. Inoltre ho fatto un bel po’ di scorta riempiendo dei barattoli da conservare in dispensa!

Curiosi di scoprire come ho preparato la mia nuova bontà? Seguitemi!

Leggi anche:

marmellata di prugne fatta in casa
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura2 Ore
  • PorzioniPer 2 vfasetti da 500 grammi
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàEstate

Ingredienti

1 kg prugne rosse
500 g zucchero
1 succo di limone

Preparazione

Lavate bene le prugne sotto l’acqua corrente e scegliete quelle che sono più integre e meno rovinate esternamente. Asciugatele bene con un canovaccio da cucina e privatele del loro nocciolo centrale.

Versate le prugne pulite in una casseruola capiente ed unite lo zucchero e il succo di limone spemuto e filtrato. Mescolate bene e ponete la pentola sul fuoco. Cuocete la marmellata a fuoco bassissimo per circa 2 ore. Trascorso questo tempo, fate la prova piattino.

Ponete una goccia di marmellata su un piattino e se questa non cola, la marmellata sarà pronta. A questo punto potrete decidere se lasciarla così con i pezzi di frutta o passarla al passaverdure per ottenere una consistenza più liscia. Io ho preferito a seconda opzione per renderla più spalmabile.

Dopo aver deciso come volete conservare la vostra marmellata, invasatela nei vasetti che avrete provveduto a sterilizzare in precedenza e richiudete con il tappo facendo attenzione a non stringere troppo. Capovolgete i vasetti e lasciate raffreddare la confettura in questa posizione in modo da far formare il sottovuoto.

Una volta che si sarà raffreddata, verificate che il sottovuoto sia avvenuto correttamente premendo al centro del barattolo. Se non sentite il classico click clack significa che il sottovuoto è avvenuto correttamente e la vostra marmellata di prugne fatta in casa può essere riposta in dispensa.

I consigli di Franci

La marmellata di prugne fatta in casa si conserva in dispensa fino a 3 mesi.

Per far formare il sottovuoto è necessario lasciar raffreddare i vasetti capovolti per almeno 48 ore.

Una volta aperto, il vasetto si conserva in frigorifero fino ad 1 settimana.

Se il sottovuoto è avvenuto correttamente ve ne accorgerete immediatamente perché non sentirete il classico click clack premendo al centro del tappo.

Se gradite assaporare la confettura in pezzi, evitate di frullarla o passarla al passaverdure.

Non perdetevi la ricetta della MARMELLATA DI CIPOLLE ROSSE DI TROPEA.

Acquista il mio libro su AMAZON!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK e su INSTAGRAM.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.